» Cultura
sabato 04/03/2017

Enzo Biagi che capì la televisione prima di tutti

Il giornalista seppe inventare anche la critica tv
Enzo Biagi che capì la televisione prima di tutti

Il 6 novembre 2007 ci lasciava Enzo Biagi. Nell’anno del decimo anniversario dalla morte parleremo spesso del giornalista cui “Il Fatto Quotidiano” deve molto. Iniziamo con il professionista nelle vesti di critico televisivo, così come raccontato dal volume “Enzo Biagi lezioni di televisione” di Giandomenico Crapis. Enzo Biagi inizia a lavorare per la Rai nel […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2017 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Mondo

Le fosse comuni dei bimbi morti nelle mani della Chiesa

Cultura

“A 65 anni resto in maschera. È l’America a chiederlo ai Kiss”

Mezzogiorno di nuovo musa per Ozpetek (14 anni dopo)
Cultura
CIAK SI GIRA

Mezzogiorno di nuovo musa per Ozpetek (14 anni dopo)

di

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×

Garantire la libertà de ilfattoquotidiano.it costa il prezzo di un cappuccino alla settimana.
Sostieni il nostro giornalismo a 60 euro l’anno o 5,99 euro al mese.

Diventa sostenitore
×