Ugo Cedrangolo, il manager umanista: un po’ Masaniello, un po’ Eratostene

Napoletano, si occupa di comunicazione aziendale. Per spiegare ricorre ai classici, soprattutto la guerra di Troia
Ugo Cedrangolo, il manager umanista: un po’ Masaniello, un po’ Eratostene

Avete presente l’omino della Bialetti? Quello dai baffetti icastici che per generazioni abbiamo associato alla macchinetta da caffè? Ecco, convertitelo in un brillante manager e avrete lui, Ugo Cedrangolo, consulente d’azienda dalle contagiose passioni umanistiche. Quando si dice consulente, in effetti, si immagina un signore tutto numeri e dall’ inglese strabordante. Lui è il contrario. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.