Truffe e lavoro nero, così i criminali sfruttano i Bitcoin

La criptomoneta può essere usata per pulire soldi sporchi e mascherare i reati. Il decreto per regolare il settore ancora non c’è
Truffe e lavoro nero, così i criminali sfruttano i Bitcoin

Metà gennaio 2018: la Finanza di Ponte Chiasso ferma al confine con la Svizzera un autoarticolato. A bordo, c’erano quattro quintali tra hashish e marijuana, l’autista spagnolo, che nascondeva nella cabina oltre 100 mila euro, viene arrestato con tre italiani tra cui il proprietario dello stabile che avrebbe ospitato e stoccato la droga destinata a […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora


entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora

© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.