“Siamo un Paese in via di sottosviluppo”

Allarme per il “dilagare di una sottocultura razzista veicolata dal tifo e protetta”
“Siamo un Paese in via di sottosviluppo”

L’Italia è un Paese allarmante con problemi gravissimi, in cui dilaga una sottocultura violenta e razzista, veicolata dal tifo sportivo e protetta dalle istituzioni”. L’intellettuale Moni Ovadia, autore di una vastissima produzione teatrale e discografica (appena tornato in libreria con Il coniglio di Hitler e il cilindro del demagogo, pubblicato da La Nave di Teseo) […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.