Regeni, il malinteso primato politico

Un anno e mezzo fa, a due mesi dall’omicidio di Giulio Regeni, di fronte all’immobilismo e all’ossequiosa prudenza del governo Renzi, denunciavo il pericolo che la ragion di Stato prevalesse sulle ragioni di verità e giustizia e suggerivo rimedi per scongiurarlo. I fatti, cioè l’ormai evidente assoluta assenza di volontà del regime egiziano di individuare […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.