Per le trivelle facciamo come per l’acqua

Il 22 aprile 2010, apponevo la prima firma sui tre quesiti referendari per l’Acqua Bene Comune. Servivano mezzo milione di firme: ne raccogliemmo oltre un milione e mezzo. Esse, superato l’ostacolo della Corte Costituzionale, si moltiplicarono fino all’incredibile cifra di quasi 27 milioni di Sì. Nel giugno del 2011, i due Referendum sopravvissuti stopparono un progetto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.