Operai in cassa e trasferimenti: guerra in Fiat

Sciopero dei sindacati di base contro Cgil, Cisl e Uil A Melfi ammortizzatori perché la Jeep non vende
Operai in cassa e trasferimenti: guerra in Fiat

Ritmi di lavoro elevati con sabati lavorativi alternati a periodi di cassa integrazione. Operai trasferiti lontano da casa e frequente ricorso ai contratti di solidarietà. Futuro incerto per chi è impiegato sulle auto che a breve non saranno più prodotte in Italia. Con questi presupposti, in casa Fiat i sindacati di base non vogliono aprire […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.