Né piani, né soldi per la ricostruzione. Per ora solo Errani

Via all’incarico commissariale dell’ex governatore emiliano, ci vorrà un mese per i programmi e i fondi. La tagliola dell’Ue

Per dimostrare che “la vicinanza alle popolazioni colpite” dal terremoto è “fattiva” e “operativa”, il governo ufficializza la nominaa di Vasco Errani a Commissario per la ricostruzione. Oltre la scelta dell’ex governatore dell’Emilia-Romagna però – nel primo atto che riguarda quella che sarà la fase di ricostruzione delle zone colpite – non c’è nient’altro. Come […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.