Mps, l’ultimo Cda prima dell’intervento di Stato

All’ad Marco Morelli resta una sola opzione: riuscire a convertire le obbligazioni subordinate dei piccoli risparmiatori. Mancherebbero comunque 2 miliardi
Mps, l’ultimo Cda prima dell’intervento di Stato

Domani comincia un’altra fase per il Monte dei Paschi: nuovo governo (forse) e nuovi mercati, dopo la notizia arrivata venerdì che la Bce ha rifiutato di concedere più tempo per l’aumento di capitale da 5 miliardi che va chiuso entro il 31 dicembre. Notizia che la banca ha provato a smorzare, con un comunicato arrivato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.