Migranti, com’è triste Parigi: sembra la “giungla” di Calais

Capitale in crisi - In migliaia vivono su una sopraelevata della metro e nelle tende lungo i canali. Il sindaco Hidalgo accusa il governo
Migranti, com’è triste Parigi: sembra la “giungla” di Calais

“Basta migranti per le strade entro fine anno” aveva detto il presidente Emmanuel Macron nel luglio 2017 mentre faceva evacuare un accampamento di fortuna alla Porte de la Chapelle, nel nord di Parigi. Meno di un anno dopo, più di 2.500 migranti vivono sempre per strada, dormendo nelle tende, nei quartieri più popolari del nord-est […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.