Ma i saloni sono in crisi: la fuga dei costruttori

Anche a Parigi si registrano già numerose defezioni dei grandi marchi
Ma i saloni sono in crisi: la fuga dei costruttori

Il barometro dei saloni tradizionali dell’auto segna bassa pressione e all’orizzonte si parano nubi cariche di pioggia. Che tirasse una brutta aria lo si era capito già da febbraio, quando Mercedes aveva annunciato la sua assenza dall’edizione 2019 del North american international auto show (Naias) di Detroit, andando ad affiancare la precedente defezione del gruppo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.