Le vecchie migranti nuove Madonne di Lesbo

Grecia - Un gruppo di donne accoglie e aiuta gli immigrati che sbarcano sull’isola
Le vecchie migranti nuove Madonne di Lesbo

Una panchina e tre anziane. La scena potrebbe ripetersi in ogni paesino di provincia, su una qualunque delle coste mediterranee. Chiacchierano in un dialetto stretto, sempre sottovoce, e scrutano chiunque passi. Un saluto all’intruso e ricominciano a filare i discorsi che durano da decenni. A sconquassare tutto, avviene qualcosa d’impensabile eppur familiare. Davanti a loro […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.