Lazzi, sberleffi e papillon Il teatro piange Paolo Poli

Avrebbe compiuto 87 anni il prossimo 23 maggio
Lazzi, sberleffi e papillon Il teatro piange Paolo Poli

Quando arriverà la morte, io non ci sarò più e quindi non ci si incontrerà”: così diceva il geniaccio Paolo Poli, morto ieri sera a 86 anni, lui che era nato a Firenze il 23 maggio del 1929 e aveva passato l’infanzia da “non-sfollato”. Uomo di sottile intelligenza e vastissima cultura, sapeva ironizzare su tutto, […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.