La strategia globale dell’aspetta e spera

Le prossime elezioni americane e il referendum costituzionale italiano hanno introdotto una variante nella strategia degli annunci d’interventi militari: “Hurry-up and wait”, affrettati e aspetta. Il 27 aprile, Donald Trump ha definito la politica estera americana un “disastro totale”. Quando sarà presidente pretenderà più soldi per le spese militari. L’America dovrà tornare a farsi rispettare […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.