“La nomina a Pompei in conflitto d’interessi”

Beni culturali - L’Anac censura il presidente della commissione che selezionò gli archeologi
“La nomina a Pompei in conflitto d’interessi”

Quando si svolse nel 2015 il concorso per l’assunzione di archeologi per il progetto Grande Pompei, il presidente della commissione selezionatrice, Massimo Osanna, soprintendente a Pompei, non tenne “quella condizione di terzietà che dovrebbe caratterizzare l’istruttoria propedeutica alla selezione”. E non la tenne nei confronti del secondo classificato, l’ex borsista svizzero Gabriel Zuchtriegel che egli […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.