La Cina non può occupare le isole filippine

Contese - Pechino aveva esteso i propri confini marini attraverso scogli artificiali: bocciatura a L’Aia
La Cina non può occupare le isole filippine

Un pezzo di mare ricco di risorse naturali, gas e petrolio, tra i più contesi degli ultimi anni. Sul Mar Cinese meridionale ieri la Corte permanente di arbitrio dell’Aia ha stabilito il verdetto: la Cina ha violato i diritti di sovranità delle Filippine, causando anche “gravi danni all’ambiente della barriera corallina” costruendo degli isolotti artificiali. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.