Il triste record italiano: primi per l’Iva evasa

Il triste record italiano: primi per l’Iva evasa

L’Italia nel 2014 è stato il Paese dell’Ue che ha registrato il maggior differenziale, in termini assoluti, tra il gettito Iva previsto e quello effettivamente raccolto, il cosiddetto Vat Gap, pari a 36,9 miliardi di euro. È quanto emerge da un comunicato della Commissione europea. In percentuale il Vat Gap dell’Italia è calato al 27,55% […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.