Il terrore visto dalla Siriaq: qui è Bruxelles tutti i giorni

La tregua nella terra di Assad (tenuto in sella dai russi) non risolverà il conflitto, in Iraq (depredato del petrolio). Per molti l’Isis è meglio del governo
Il terrore visto dalla Siriaq:  qui è Bruxelles tutti i giorni

Per fronteggiare l’Isis, molti elettori alle primarie Usa, sia Democratici sia Repubblicani, si sono detti pronti al sacrificio. Sì, hanno risposto, in un sondaggio: siamo disposti a bombardare Agrabah. Non è una scelta facile, hanno detto, ma è il prezzo della libertà. E poi vi meravigliate degli attentati di Bruxelles? Di Parigi, di quelli che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.