Il prof: “Senza Matteo non esistiamo. Per fregarlo è stata manipolata la realtà”

L’accademico di Pisa: “Ora non deve muoversi, tanto è indispensabile”
Il prof: “Senza Matteo non esistiamo. Per fregarlo è stata manipolata la realtà”

Renzista prego. Perché non renziano? Perché sostengo con ogni briciolo di muscolo del mio corpo la politica di Matteo, ma non faccio parte del suo giro. Lo ama ma non è tra gli adulatori. Lo conosco ma non lo frequento, lo applaudo ma non gli sto sotto a stringergli la mano. Amo la sua politica […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.