I “portatori di pace” Onu fatti a pezzi dai miliziani

Repubblica Democratica del Congo: uccisi in 14, sospetti su ribelli islamici
I “portatori di pace” Onu fatti a pezzi dai miliziani

Trappola mortale per i Caschi blu dell’Onu nella Repubblica Democratica del Congo, a Semuliki, 200 km a nord di Goma; ennesima pagina insanguinata di un conflitto a bassa intensità combattuto per accaparrarsi diamanti, oro e minerali come il coltan. Ci potrebbe essere la firma dei ribelli islamici sulla strage più grave ai danni dei peacekeeper: […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.