I piccoli “corridoi” salvaprofughi

Atterrati ieri a Fiumicino altri 33 siriani dai campi del Libano. Salgono a 900 le persone accolte in tutta Italia. Il viceministro Giro: “Così si evita di far rischiare la vita”
I piccoli “corridoi” salvaprofughi

Ieri sono atterrati in 33. Molti giovani genitori insieme ai loro tanti bambini, alcuni dei quali nati durante la guerra in Siria, mentre altri venuti al mondo nei campi profughi in Libano. Altri ancora, invece, sono familiari di siriani arrivati nell’ultimo anno. Sono gli ultimi siriani arrivati in Italia grazie ai corridoi umanitari organizzati dalla […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.