I corridoi umanitari, la cosa migliore da salvare del 2017

Che cosa salveresti di quest’anno? Guardo l’amico che mi fa la domanda e mi chiedo prima di tutto se l’utilizzo del verbo “salvare” sia casuale oppure no. Per me, pastore della chiesa valdese, il verbo è ricco di risonanze religiose e prima ancora bibliche, ma ammetto che ormai è stato secolarizzato e ha perso quella […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.