“Genocidio a Srebrenica”. Quarant’anni a Karadzic

Lo psichiatra-leader dei serbi nell’ex Repubblica jugoslava riconosciuto colpevole dello sterminio sistematico: oltre 8.000 morti
“Genocidio a Srebrenica”. Quarant’anni a Karadzic

L’aspirante poeta della purezza serba è da oggi il primo colpevole di genocidio avvenuto in Europa dopo le condanne comminate nel processo di Norimberga ai gerarchi nazisti. Quando il settantunenne serbo montenegrino Radovan Karadzic, condannato dal Tribunale penale dell’Aia a 40 anni di reclusione per l’eccidio di ottomila bosniaci musulmani a Srebrenica nel 1995, era […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.