Garibaldi, il barbone portafortuna

Lo chiamano Garibaldi, per via della sua folta barba bianca e della coperta rossa con la quale si riscalda. Abita sotto il cavalcavia accanto a Ponte Milvio, in una casa di cartoni ordinatissima, dorme su un giaciglio di vecchie coperte, cucina il suo caffè su un fornelletto in riva al fiume, e trascorre le giornate […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.