Dazi, dopo l’Ue anche il Giappone s’indigna

Dazi, dopo l’Ue anche il Giappone s’indigna

La Casa Bianca ha fatto arrabbiare tutti con questa storia dei dazi sulle auto importate negli Usa. L’indignazione è trasversale, alimentata dai grandi gruppi come General Motors, Toyota, Daimler e Harley Davidson, che minacciamo minori investimenti e dunque diminuzioni dell’occupazione. Una levata di scudi definita “fumo e specchietti per le allodole” da Peter Navarro, super […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.