Dalla protesta all’Isis: sette anni di sangue

Il 15 marzo del 2011 sull’onda delle proteste della “primavera araba” (in Tunisia, poi in Libia ed Egitto) iniziano le manifestazioni in diverse città. Il movimento civile diventa presto scontro armato radicalizzandosi con la formazione di gruppi estremistici di stampo islamista, soprattutto salafita. Dall’Esercito libero al jihad Gruppi di disertori dall’autunno del 2011 ingrossano le […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.