Da oggi il roaming non si paga nei paese dell’Ue

Da oggi il roaming non si paga nei paese dell’Ue

Con l’arrivo delle vacanze addio al roaming a pagamento. Da oggi chiamate, sms e dati costeranno all’estero come a casa per chi viaggia nell’Ue. È l’avvio della “rivoluzione digitale” spinta dalla Commissione europea e sostenuta dall’Europarlamento che ora, dopo anni di battaglie, arriva a compimento. Sono pochissime le eccezioni previste, con alcuni accorgimenti per evitare […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.