Chi entra in politica abbandoni la toga

La Repubblica di venerdì scorso titola: “Stretta sulle toghe in politica, candidature solo fuori sede, chi rientra non può indagare, via libera della Camera alla legge”. Nell’occhiello si legge “Rientro nel limbo: a fine mandato il magistrato sarà collocato in un distretto di Corte di Appello diverso da quello in cui è stato eletto. Per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.