» Cronaca
martedì 18/04/2017

C’è il petrolio nei fiumi ma l’Eni non si ferma

Basilicata - Dopo l’ultimo rapporto la Regione ordina lo stop al Centro di Viggiano. La compagnia attende la notifica
C’è il petrolio nei fiumi ma l’Eni non si ferma

“Il livello di solventi organici aromatici è di cinque volte superiore al livello consentito”. È uno dei motivi che ha spinto la Regione Basilicata ha chiudere il Centro Olio di Viggiano (Potenza). Lo spiega Edmondo Iannicelli, direttore generale Arpab Basilicata, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente: “Dopo che la scorsa settimana ci sono giunti i […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Cronaca

“Se bisogna lavorare anche a Pasqua riduciamo gli orari”

Mondo

Il Sultano raddoppia fra brogli, accuse e proteste

I pm ci riprovano: adesso la fonte del Fatto è Scafarto
Cronaca

I pm ci riprovano: adesso la fonte del Fatto è Scafarto

di
Il Riesame ne scarcera 21 su 58: di nuovo liberi i mafiosi di Agrigento
Cronaca
Racket in Sicilia - Beffa - Erano stati arrestati il 22 gennaio

Il Riesame ne scarcera 21 su 58: di nuovo liberi i mafiosi di Agrigento

L’agente provocatore ci serve
Cronaca
L’intervento

L’agente provocatore ci serve

di

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×