Arrestato il capo di Audi: il dieselgate arriva ai piani alti

Scandalo emissioni - La svolta nell’indagine tedesca svela che i vertici sapevano tutto. Il top manager avrebbe coperto i dispositivi illegali
Arrestato il capo di Audi: il dieselgate arriva ai piani alti

Lo scandalo dieselgate porta in carcere anche gli “intoccabili” come Rupert Stadler, fino a ieri pomeriggio amministratore delegato di Audi, uno dei marchi del gruppo Volkswagen. Il manager, le cui spalle erano state ripetutamente coperte dalle famiglie Porsche e Piech – che attraverso la finanziaria Porsche SE controllano il colosso di Wolfsburg – guidava la […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.