Appalti post-sisma, liberato imprenditore: “Non stavo ridendo”

Appalti post-sisma, liberato imprenditore: “Non stavo ridendo”

Torna libero, con divieto di dimora a L’Aquila, l’imprenditore di Altamura (Bari) Vito Giuseppe Giustino, ai domiciliari dal 19 luglio scorso (con concessione dei domiciliari) nell’ambito dell’inchiesta della Procura dell’Aquila su presunte mazzette in appalti pubblici gestiti dai Beni Culturali d’Abruzzo per la ricostruzione dopo il terremoto della scorsa estate nelle regioni del Centro Italia. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.