Aleppo Est un anno dopo: Omran sorride, fuori restano le macerie

Siria - La foto del piccolo divenne simbolo della tragedia. Nella parte orientale abitavano in 500 mila, ora sono 40 mila. Molti non hanno l’acqua
Aleppo Est un anno dopo: Omran sorride, fuori restano le macerie

Il 18 agosto 2016, con le vicende siriane in primo piano e l’assedio di Aleppo all’apice della violenza, una foto fece il giro del mondo: il volto sporco e scioccato di Omran Daqneesh, 5 anni, seduto composto nella pancia di un’ambulanza dopo essere stato estratto vivo dalle macerie della sua casa, colpita dai raid aerei […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.