Ai sardi i soldi dei videopoker. Così l’isola diventa un casinò

Sotto elezioni il governo chiude una polemica decennale consegnando alla Regione, già in pieno allarme ludopatia, il 70 % degli introiti fiscali del gioco legale
Ai sardi i soldi dei videopoker. Così l’isola diventa un casinò

La Sardegna ha fatto bingo. Mancavano i soldi per la Regione e il governo li ha estratti dal cilindro: arriveranno da una fetta consistente del prelievo fiscale sull’azzardo. Una sorta di devolution non proprio virtuosa. Tipica di uno Stato che è alla canna del gas. Che devolve ai cittadini i soldi che gli ha appena […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.