A che serve il giorno della memoria

“Che cos’è per lei il Giorno della Memoria?”, ha chiesto l’intervistatore del Corriere della Sera (Aldo Cazzullo, 21 gennaio) al Rabbino capo di Roma Di Segni: “Una data necessaria. Con rischi da evitare: l’assuefazione, la noia e, alla lunga, il rigetto di chi dice: non ne posso più di questi che stanno sempre a piangere”. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.