/ di

Ferruccio Sansa Ferruccio Sansa

Ferruccio Sansa

Giornalista

Sono nato nel 1968. Ho sempre avuto difficoltà a parlare di me. O raccontavo un sacco di palle oppure me la cavavo con due parole. E poi se soltanto provo a descrivermi ai lettori, mi accorgo di avere le idee piuttosto confuse su me stesso. Se dovessi scrivere il mio curriculum, spenderei più tempo a raccontare quella volta che ho visto i delfini al largo della Corsica piuttosto che i giornali dove ho lavorato. Gli studi che ho fatto. Ogni giorno scriverei una biografia diversa. Dubito che a qualcuno interessi conoscere il mio passato al Messaggero, Repubblica, Il Secolo XIX e La Stampa, prima di approdare al Fatto. Se provassi a descrivere chi sono, tacerei i difetti o li pettinerei da pregi come fanno gli ospiti di Marzullo: tipo “sono troppo leale”. Forse l’unica cosa che ha un senso dire è… perché faccio questo lavoro. Non ho mai desiderato fare altro che il cronista, perché questo lavoro ti costringe a capire gli altri. Si alimenta di meraviglia e di curiosità. E’, in sostanza, una forma di passione per la vita. Oggi ho quarant’anni – anzi 41 – e sono arrivato al punto in cui devi decidere se rassegnarti perché intanto non cambierai niente o se provarci ancora. Per questo scrivo.

Articoli Premium di Ferruccio Sansa

Politica - 28 giugno 2017

“Ma quale modello Toti… è intelligente, ma molto fortunato”

Candidato sindaco di Imperia? Io medito, mi guardo intorno. Tanta gente me lo chiede. Persone comuni, fuori dai partiti”. All’indomani della vittoria del centrodestra in Liguria, Claudio Scajola parla con la voce dei tempi d’oro: secca come una frustata. Non sembra demoralizzato dalle vicende giudiziarie di Reggio Calabria. “Sono pim-pan-te”, scandisce. Il centrodestra adesso governa […]
Politica - 27 giugno 2017

La Liguria non è più rossa, ma il sistema di potere resiste

Una rossa che la mattina allo specchio si scopre mora. O nera. Così la Liguria ieri si è ritrovata di destra. Prima era toccato alla Regione e a Savona. Adesso a Genova e La Spezia. Nel capoluogo Marco Bucci ha preso il 55,24% contro il 44,76% di Gianni Crivello 44,76%. A La Spezia Pierluigi Peracchini […]
Politica - 26 giugno 2017

Genova, la destra in trionfo per la prima volta dal ’46

È finita un’epoca. Marco Bucci 55,2%, Gianni Crivello 44,8% (alle 0,40). I nomi sulla scheda erano questi, ma bisognerebbe scriverne altri: Giovanni Toti e Matteo Salvini, i vincitori. Claudio Burlando, Roberta Pinotti e compagnia, gli sconfitti. Genova – come La Spezia, dove si sfiorano 20 punti di distacco – va a destra, la prima volta […]
Politica - 22 giugno 2017

Genova rosso pallido: il lavoro se ne va, la destra fiuta il colpo

E alla fine da Genova se n’è andata anche Genova. È partita una mattina e nessuno se n’è accorto. Su questo intercity non proprio scintillante, quello delle 6.44 del mattino. Il 652, il treno dei pendolari. È in partenza dal binario 18 l’intercity per Milano”, annuncia l’altoparlante con voce metallica. Sul marciapiedi c’è chi si […]
Cronaca - 20 giugno 2017

Lui ha il coltello, lei lo investe e lo uccide

Èmorto lui, lo stalker. Lo ha investito – pare involontariamente – la donna che aveva minacciato per mesi e che ieri mattina aveva ferito con un coltello. “Doveva finire male”, dice la gente di Villongo (Bergamo) guardando le strisce disegnate con il gesso dai carabinieri per compiere i rilievi. L’ambulanza è ferma in mezzo alla […]
Cronaca - 18 giugno 2017

Autovelox trappola e limiti di velocità per sanare i bilanci

“In Italia ci sono dodici limiti di velocità diversi! Basta, dobbiamo uniformarli. Proponiamo al governo di ridurli a sei, massimo, a seconda del tipo di strada”. È l’ultima battaglia lanciata dall’Aci e dal suo presidente Angelo Sticchi Damiani. L’uomo che da tempo si batte contro gli autovelox che spremono le tasche degli automobilisti per rimpinguare […]
Italia - 17 giugno 2017

Aulla, il paese Far West e le divise sporche difese dal sindaco-avvocato: “Non mi pare inopportuno”

Lì, dove c’è il Tricolore. Dove c’è lo stemma dei carabinieri. Proprio lì urlavano “negri scimmie”. Infilavano le pistole in bocca agli immigrati e ridevano: “Bravo!”, “Fantastico”. La caserma di Aulla è scalcinata: i muri scrostati, le tapparelle abbassate per il caldo o la vergogna. L’unica cosa che pare viva è l’acqua della fontanella in […]
Cronaca - 16 giugno 2017

Massa Carrara, le carte – I carabinieri picchiatori di Aulla: “Il pm deve morire male”

“Il pm Iacopini deve morire. E male anche”. Parola di brigadiere. Questo per capire l’aria che tirava nella caserma di Aulla (Massa-Carrara). Ma c’è un’altra frase intercettata che racchiude l’inchiesta: “Dove non arriva la giustizia, arriva l’ingiustizia”. È la morale dei carabinieri indagati in Val di Magra. In pratica: orinare nei letti degli immigrati, picchiarli, […]
Italia - 15 giugno 2017

Pestaggi, carabinieri arrestati. Dicevano: “Noi come la mafia”

Bisogna essere “come la mafia”. Da questa caserma non deve uscire niente. Nessuno deve sapere che cosa succede qui. A pronunciare questa frase sarebbe stato un carabiniere, non un mafioso. Queste parole hanno fatto capire ai magistrati di Massa Carrara la gravità dell’inchiesta che avevano per le mani. Tanto grave che un investigatore aggiunge: “Abbiamo […]
Il Fatto Economico - 14 giugno 2017

Carige: cambio al vertice targato Malacalza. Arriva posta dalla Bce

Giorni decisivi per Carige. La Bce scrive una lettera chiedendo notizie sull’aumento di capitale mentre viene sfiduciato l’ad Guido Bastianini, che ricopriva anche la carica di direttore generale. Addio anche ad Arturo Betunio (Chief Financial officer e general counsel). È l’ultimo capitolo del braccio di ferro che vedeva Bastianini contrapposto alla famiglia Malacalza, i primi […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×