» Sport
venerdì 04/08/2017

Lettera di un “lentigrado” a Usain Bolt

Lettera di un “lentigrado” a Usain Bolt

Caro Usain Bolt, sono un lentigrado arrabbiato con te. Anzi, credo di condividere questo sentimento insieme a milioni di altri esseri umani normali che ti ammirano e ti adorano, e invidiano – in senso buono, non ostile – la tua formidabile (ed implacabile) falcata, lunga come una Cinquecento. Sai probabilmente perché: domani, ai Mondiali di […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2017 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Società

Il Maxibon. Da un’idea di Stefano Accorsi

Cultura

Arcade Fire “Ora” tra Abba e Neil Young

I commenti per questa discussione sono chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×