» Mondo
venerdì 06/10/2017

Battisti sbruffone: “Non temo l’estradizione”

Dopo il fermo - L’ex terrorista rischia, il presidente Temer lo vuole fuori dai piedi per fare un dispetto a Lula
Battisti sbruffone: “Non temo l’estradizione”

Non si sente più al sicuro in Brasile, l’ex leader dei Proletari armati per il Comunismo (Pac), Cesare Battisti, condannato in Italia in contumacia per omicidio. Era libero nel Paese sudamericano, dove nel 2010 l’ex presidente Inacio Lula da Silva rifiutò di concedere l’estradizione al governo Berlusconi. Battisti, che non gode lo status di rifugiato […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2017 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Mondo

I secessionisti della terza età e la sindrome franchista

Mondo

“L’Iran non rispetta gli accordi” Trump rompe sul nucleare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×