Zaventem, le vittime del jihad dimenticate dal governo Michel

Bruxelles - Un anno dopo la strage all’aeroporto, i risarcimenti ai sopravvissuti arrivano a rilento
Zaventem, le vittime del jihad dimenticate dal governo Michel

Un enorme cuore rosso ricoperto di messaggi di affetto e di dolore. Così la stazione della metropolitana Maelbeek, nel cuore delle istituzioni comunitarie di Bruxelles accoglie i suoi viaggiatori dal 22 marzo 2016. Oggi viaggiatori e personale della metro, alle 9,11, l’ora in cui un attentatore suicida, Khalid el Bakhraoui, si fece saltare in aria, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.