Yussef fu lasciato passare dagli inglesi dopo l’alert di Roma

La Bbc: l’italiano era stato fermato. I pm di Bologna e lo scarno decreto di sequestro di telefono e passaporto, poi annullato. “Abbiamo fatto il possibile”
Yussef fu lasciato passare dagli inglesi dopo l’alert di Roma

Quella di Youssef Zaghba, il 22enne italo-marocchino nato a Fez, autore (con altri due terroristi) della strage del 3 giugno sul London Bridge (8 vittime e 48 feriti), è una storia giudiziaria a tal punto scarna da risultare quasi inafferrabile. Una storia paradossale che mette assieme un lavoro investigativo accurato e gravi sottovalutazioni da parte […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.