Yoram, Ernesto, Dario e Raffaello. Unipol ti dà del tu (se sei deputato)

Il procuratore di Torino Armando Spataro dice che va bene: le carte erano state acquisite in modo legittimo e, quand’anche segrete, per un errore del Pm. Dice: i contenuti pubblicati erano legittimi. Dice: tante scuse al cronista Gianluca Paolucci della Stampa per la perquisizione, l’indagine e il resto, ma son cose che capitano. Dice: noblesse […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.