Yazidi, l’odissea di un popolo: oppressi, umiliati e ora liberati

Massacrati dall’Isis - Alcuni sono stati risparmiati, altri marciscono nelle carceri irachene. L’iniziativa di pagare un riscatto per salvarli
Yazidi, l’odissea di un popolo: oppressi, umiliati e ora liberati

Perseguitati e poi costretti a diventare parte di un progetto assurdo attraverso le distorsioni dell’Islam messe in atto dall’Isis. Ora salvati da una trattativa e ‘ricomprati’ per evitare un destino segnato. L’incubo per la popolazione yazida del nord Iraq non è finito. La parte più delicata arriva adesso, all’indomani della neutralizzazione dello Stato Islamico, sia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.