Yannis il rampollo politico che si sognava broker

L’indice della Borsa greca è passato da 6.500 a 400. È tornato al paesello, i parenti lo hanno fatto assumere in Regione
Yannis il rampollo politico che si sognava broker

Yannis non aveva mai veramente lavorato. Nato in una famiglia di “pasokiani” (il Pasok è lo storico partito socialdemocratico), Tassos, suo padre, presidente di una coop agricola, impiegato e dirigente locale del Pasok, aveva fatto fortuna tra il 1980 e il 2000 con l’aiuto dei suoi amici politici. In meno di vent’anni Tassos aveva acquisito […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.