Voti e indirizzi rubati sul web, ora il M5S ha paura

Su Twitter finiscono i dati degli iscritti sottratti dalla piattaforma Rousseau: “Troppo facile giocare con voi”
Voti e indirizzi rubati sul web, ora il M5S ha paura

C’era una falla, nel motore del Movimento. E chissà se c’è ancora. Un incubo, innanzitutto per la Casaleggio associati. Perché uno o più hacker, pirati informatici, hanno scorrazzato dentro un server dell’azienda, la casa madre dei Cinque Stelle. E hanno rubato vagonate di dati sensibili da Rousseau, la piattaforma web dove gli iscritti votano e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.