“Votare No ai migranti è la nostra mini-Brexit per cancellare la Ue”

Ungheria - Domani il referendum indetto dal Orban che fa felici gli ultrà di Jobbik
“Votare No ai migranti è la nostra mini-Brexit per cancellare la Ue”

C’è chi lo chiama “piccola Brexit”. Ma per le strade della Capitale ungherese in pochi sono interessati al referendum che si terrà domani. Il primo ministro Viktor Orban porta i suoi concittadini alle urne e chiede se l’Ungheria debba accettare o meno la quota di migranti, circa 1300 nel caso di Budapest, che Bruxelles tenta […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.