“Vogliono libertà e dignità: come nel 2011”

La docente: “In Tunisia troppi problemi: fasce deboli trascurate e il terrorismo non aiuta”
“Vogliono libertà e dignità: come nel 2011”

“L’Europa si è dimenticata della Tunisia. Dalla Rivoluzione dei gelsomini nel 2011 è nato un Paese completamente nuovo. Ma nessuno, purtroppo, ha poi aiutato il bambino a camminare con le sue gambe”. Leila El Houssi, italo-tunisina, è docente di Storia dei Paesi Islamici presso l’Università di Padova. Dopo quattro giorni di scontri in diverse città […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.