Vita, arte e miracoli. Quando Bologna era 70

Il fumettista Igort ricorda gli anni del capoluogo emiliano, divisi tra Sartre e l’eroina. Fino alla bomba del 2 agosto
Vita, arte e miracoli. Quando Bologna era 70

Ci sono luoghi e tempi che diventano contenitori di mito. In questi involucri sembra che i destini personali e artistici si fondano con le localizzazioni geografiche e gli avvenimenti storici, ed è come se si innescasse una reazione a catena. Bologna negli anni Settanta era quel tipo di ampolla alchemica, per cui se studiavi al […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.