Visco, il dilemma di una scelta senza democrazia

Francamente non pare decisivo per le sorti del declino italiano se Ignazio Visco avrà o no un nuovo mandato da governatore della Banca d’Italia. Ma è angosciante che se ne parli come della nomina in una municipalizzata. Nessuno ha il coraggio di formulare l’unico giudizio che conta: Visco ha operato bene nei suoi sei anni […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.