Virginia e la sua amica bloccarono la Raineri

Il primo parere sulla legittimità della nomina di Romeo fu affidato a una “giovanissima avvocatessa” di cui la sindaca fu testimone di nozze
Virginia e la sua amica bloccarono la Raineri

La misteriosa avvocatessa che sostenne la legalità dell’incarico di capo della segreteria per Salvatore Romeo è un’amica stretta di Virginia Raggi. Stretta al punto da scegliere l’attuale sindaco di Roma, negli anni precedenti, come testimone di nozze. È infatti l’avvocato Luigia Auriemma la prima alla quale il sindaco di Roma si rivolse quando incontrò obiezioni […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.