Viaggi studio e progetti, le loro frasi erano tutte al futuro

Su Facebook i diari di vite “brevi, ma con un senso”
Viaggi studio e progetti, le loro   frasi erano tutte al futuro

Pronto, è il Consolato italiano di Barcellona”. Quella voce e il cuore che smette di battere. I papà e le mamme di Francesca, Serena, Elena, Valentina, Elisa, Lucrezia, Elisa, l’hanno capito prima ancora di sentire le parole del Console. Avevano passato ore appiccicati alle tv, a chiamare mille volte cellulari che non rispondevano. Sette ragazze, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.