Via D’Amelio, quelle condanne ingiuste per i depistaggi. Il Pg: “Ora chiediamo scusa”

Via D’Amelio, quelle condanne ingiuste per i depistaggi. Il  Pg:  “Ora chiediamo scusa”

“Quali rappresentanti dello Stato, ci sentiamo in dovere, anche a nome delle istituzioni, di chiedere scusa per le persone condannate ingiustamente”. Con queste parole, le sostitute Pg Concetta Ledda e Sabrina Gambino hanno concluso ieri la requisitoria nel processo di revisione per la strage di via D’Amelio che si avvia a conclusione davanti alla Corte […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.